SoloilVento al Palazzo della Provincia di Trento | 6-12 settembre 2014

Schermata 2014-09-03 alle 11.15.45Gentili Amici, mi fa molto piacere potervi comunicare che in occasione delle imminenti celebrazioni della Giornata dell’Autonomia Trentina ( 5 settembre) e dell’evento “Palazzi Aperti”, la Presidenza della Provincia di Trento ha richiesto di esporre dal 6 al 12 settembre, in via straordinaria presso la propria sede di Piazza Dante a Trento, atrio Winkler, parte delle fotografie già realizzate per SoloilVento. Oltre al prestigio della sede e della scelta dell’evento nel quale presentarle al pubblico, sono sensibilmente toccato dalle parole che il Presidente della Provincia Ugo Rossi ha voluto riservare a questo  lavoro e che mi permetto di riportare. Invito gli amici che fossero in zona la prossima settimana, ma già a partire da questo sabato, a fare una visita; mi farà piacere condividere poi le loro impressioni. A questo link l’invito ufficiale alla mostra. Colgo l’occasione per ringraziare il mio caro amico e guida alpina Sandro Vidi per avermi affiancato in tutti questi mesi e per aver assicurato i miei passi più incerti. Ringrazio inoltre tutto lo staff dell’Ufficio del Servizio Emigrazione e Solidarietà Internazionale della Provincia, a partire dall’inesauribili ed entusiasti Cesare Cornella e Chiara Sangiuseppe e ancora Lorenza Fracalossi e Roberto Baldessari, che mi hanno guidato e supportato nel progetto, e il team del Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto per i consigli nella scelta dei percorsi.  Grazie davvero. Alberto.

| SOLO IL VENTO|
Un cammino in bianco e nero nei segni della Grande Guerra in Trentino.
Trento, Palazzo della Provincia, dal 5 al 12 settembre 2014

La memoria come viaggio paziente, la fotografia come strumento di narrazione. Nelle immagini in bianco e nero di Alberto Bregani, fotografo di montagna, vive una partecipazione attenta e mai banale a ciò che ci circonda. Il suo è uno sguardo contemporaneo ai luoghi della Grande Guerra in Trentino.

Giorno dopo giorno, per creste e sentieri, l’incarico professionale è diventato cammino personale, attenta adesione a quei luoghi, a quei segni. Lungo i sentieri e negli altipiani che cent’anni fa furono teatro di battaglie indicibili e di dolori inenarrabili, il fotografo diventa un tutt’uno con l’idea e con lo spirito che hanno ispirato il progetto culturale che qui trova una sua prima, importante, collocazione pubblica.

Anche la fotografia diventa così uno dei modi nei quali il ricordo di un conflitto che ha segnato gli uomini e i territori del nostro Trentino non è sterile celebrazione, ma gesto consapevole, adesione convinta, rinnovato impegno, misurata commemorazione: per far sì che simili stagioni non abbiamo mai più a ripetersi.

E l’omaggio del fotografo a quei luoghi geografici che la guerra ha reso per sempre luoghi dello spirito, diventa l’omaggio a tutti coloro – non importa sotto quale bandiera, non importa quale divisa indossassero – che su quei monti hanno lasciato la loro gioventù, per sempre.

Ugo Rossi
Presidente della Provincia autonoma di Trento

Annunci

SoloIlVento su “Trentini nel Mondo”

Senza titoloUn piacere e un onore potervi comunicare che nell’ultimo numero di “Trentini nel Mondo” (3/2014), la pubblicazione ufficiale dell’omonima associazione –  voce di tutte le iniziative e notizie dedicate a questa vastissima comunità sparsa in ogni dove – è stato dato ampio risalto al progetto che ben conoscete ( per ingrandire la foto clicca QUI) . Come tutti gli altri numeri, anche questo verrà inviato un po’ ovunque, alle varie sedi, in decine di migliaia di copie, da Sydney a Santiago del Cile passando per tanti altri Paesi, presentando ufficialmente alla comunità trentina nel mondo questo impegnativo quanto emozionante lavoro. Come sapete e come già annunciato SoloilVento non si ferma e continua anche per questo 2014. A breve inizierò a raccontarvi i nuovi percorsi che insieme a Sandro Vidi affronteremo nei prossimi mesi per nuove fotografie. Per coloro i quali hanno richiesto informazioni su una mostra in Italia, informo che entro giugno verrà definito il programma di massima; ci stiamo lavorando e le prime richieste sono arrivate da sedi di assoluta importanza. Ricordo infine che il catalogo ufficiale realizzato per questo progetto in 40 pagine e 5 lingue, con molte delle foto da me realizzate,  è scaricabile a questo link in pdf. A presto e grazie per il vostro sempre caloroso affetto nel seguirci.  – Alberto Bregani

Una serata speciale al Mart di Rovereto

Sala_mart

in attesa dell’inizio

Non capita tutti i giorni di parlare di fotografia e del proprio progetto nella sala conferenze del prestigioso Mart – Museo di Arte Contemporanea di Trento e Rovereto. Le ginocchia fanno giacomo giacomo e la voce si increspa facilmente. Ma anche questa è andata. E’ stata una serata speciale, quella di ieri sera, per la presentazione della bellissima pubblicazione dedicata alla Grande Guerra in Trentino e che, come sapete, è stata realizzata intorno alle fotografie che avete visto e “vissuto” qui, in questo blog, nel corso del 2013. (Scarica QUI il pdf della pubblicazione in cinque lingue – 5mb)

Grazie a tutti gli amici che sono intervenuti, in special modo quelli arrivati da più lontano; grazie veramente per questa serata ricca di emozioni forti. Grazie a Cesare Cornella, Direttore del Servizio emigrazione e solidarietà internazionale – Ufficio emigrazione della Provincia Autonoma di Trento e a tutto il suo splendido staff per aver creduto e voluto questo progetto. E grazie anche per il suo toccante intervento. Grazie al Dott. Camillo Zadra, Provveditore del Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto, per la sua splendida introduzione alla serata, per la disponibilità e il grande supporto fornitomi fino a questo punto da tutto il gruppo di lavoro del Museo. Un grazie sincero anche al Dott. Sergio Bettotti, dirigente dei settori Cultura e Turismo della Provincia autonoma di Trento, per aver supportato il progetto e per le importanti quanto sentite sue parole, spese al termine della mia presentazione. Onorato da quanto esposto. Ringrazio inoltre l’amico Egidio Bonapace Presidente dell’Accademia della Montagna di Trento, partner del progetto,  per avere acceso la miccia iniziale e per non aver mai abbassato l’attenzione su ciò che stavo realizzando. Ora il viaggio riprende, nuovi percorsi da tracciare e seguire fino a fine 2014, e nuove suggestioni da raccogliere. Come sempre noi saremo in giro per montagne e trincee, ma saremo anche qui, in questo blog, a raccontarvi il giorno per giorno di quanto staremo facendo, come abbiamo fatto finora.  Se vi farà piacere seguiteci. A noi lo farà di certo. E sono certo non ne rimarrete delusi.  Arrivederci ad Aprile con l’elenco dei nuovi percorsi. CIAO! :-)