Mariano e il Nagià


Sono tornato sul Nagià. Non so, avevo qualcosa in sospeso da fotografare, da raccontare. Avrei dovuto rimanere in Folgaria, ma quella domenica 2 giugno il meteo non era dei migliori per scattare le foto che avevo in mente. Così, a Rovereto, invece di tirare diritto per tornare a Milano, ho proseguito direzione Riva del Garda, a Loppio ho girato a destra per la Val di Gresta e pochi chilometri dopo ero al piccolo parcheggio dentro al bosco del caposaldo del Nagià Grom. Dal traffico autostradale al silenzio più assoluto in venti minuti. Le nuvole salivano lentamente dalla valle, ho preso il loro passo e con loro sono arrivato al centro del campo trincerato dove c’è una piccola capanna per gli attrezzi e altri oggetti utili a coloro che vengono a fare manutenzione al campo. E proprio qui ho incontrato, inaspettatamente, vista l’ora e la domenica, un signore molto cordiale che uscendo dalla casetta, dopo un “buongiorno” di rito e saputo che ero lì intorno per fare delle fotografie si è subito offerto di portarmi in giro per il Nagià a vedere un po’ di cose nascoste. “Si ma… prima de nar, el vol un biancheto? ..o un cafè?” Due chiacchiere sul progetto e sul motivo per il quale ero ritornato sul Nagià non potevo negargliele, anzi mi faceva piacere dirgli di quanto stavo facendo; e un biancheto prima, e un caffè dopo, hanno aiutato molto questi venti minuti di mio racconto. “Alora, nem? che altrimenti vien pranzo qui....” Ah certo che si, andiamo.  E così ha avuto inizio la mia visita riservata al Nagià Grom e che viene qui riassunta in questo nuovo videoracconto, a mio modo di vedere, emozionante. Guida speciale Sig. Mariano Ciaghi, Gruppo Alpini di Mori ovvero coloro che hanno fatto sì, negli anni, con più di dodicimila ore di lavoro di ricostruzione e manutenzione, che il caposaldo del Nagià rimanesse non solo in vita ma diventasse punto fermo per raccontare la Storia di questi luoghi durante la prima Guerra Mondiale. Grazie ancora Mariano, veramente una mattinata speciale. Onorato da questa tua disponibilità, cortesia, simpatia. E… arrivederci sul Nagià! :-)

Annunci

3 risposte a “Mariano e il Nagià

Vuoi lasciare un commento? Grazie! :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...